Totoconsiglia: LOVE

 

Crouch-SwipeLeftLove-1200

Oggi voglio consigliarvi LOVE, comedy di Netflix che ho visto negli ultimi giorni e che mi ha fatto impazzire.

Creato da Jupp Apatow, Paul Rust e Lesley Arfin, vede nel cast lo stesso Paul Rust (che avevo già apprezzato in qualche film e comedy) e una fantastica Gillian Jacobs.

La premessa in realtà è molto semplice: si tratta di uno sguardo all’inizio di una storia d’amore, all’inizio del “dating,” del frequentarsi. I primi messaggi, come mandare i messaggi, la gara “a chi importa di più”, la paura di aver fatto qualcosa di sbagliato, l’ossessione su una frase detta o non detta, le cose giuste da fare o non fare.

Lo show è molto moderno in questo, tratta di tematiche che sono utili e che sono nella vita di tutti, lo fa con uno sguardo spesso pessimista, da parte della protagonista femminile, e ottimista dalla parte del protagonista maschile.

Diciamo che è la versione di Netflix di “You’re the Worst.”

Queste due persone, questi due protagonisti, Mickey e Gus, vengono da due situazioni completamente diverse ma ugualmente disagiate. Lui fa il professore per bambini attori sui set, ma vuole diventare uno sceneggiatore, lei lavora in radio e non le frega di niente. Di un cazzo di niente, se vogliamo essere in linea con il linguaggio dello show.

Il duo si trova quasi per caso, in una situazione abbastanza assurda ma che li porta a conoscersi e ad esplorare quei territori che, quando si inizia a frequentare una persona, fanno un po’ paura a tutti.

Ci si può relazionare benissimo con le reazioni, spesso esagerate ma anche molto realistiche, dei protagonisti. Inoltre la cornice della serie è molto interessante: è ambientata ad L.A ed offre una visuale su quella che è la vita dopo i 20 anni. La paura di sbagliare, la paura di non trovare qualcuno che faccia al caso nostro e la paura di vivere nelle nostre fobie d’amore.

LOVE è un titolo particolarmente azzeccato.

Il bello della prima stagione è che ad un certo punto ha avuto una svolta che non mi aspettavo, che ha trasformato totalmente la trama in qualcosa che non avevo previsto. Mi ha piacevolmente sorpreso, perché potrebbe sembrare la tipica comedy in cui uno “sfigatello” si invaghisce della figa hipster di turno, ma in realtà le cose non vanno esattamente così. Non voglio spoilerare perché è una sorpresa che merita di essere vissuta.

Love è una romantic comedy a cui non importa di avere un lieto file e di mandare la ballad nei titoli di coda. Si tratta di uno show dove il buonismo e lo zucchero è praticamente inesistente. Una serie che fa dei due protagonisti, e del dualismo che li riguarda, il suo punto di forza e che ha uno script veramente piacevole. La consiglio a tutti coloro che cercano qualcosa di leggero ma anche di profondo, che amano e odiano l”amore, che sono sia Mickey che Gus.

 

 

You might also like More from author

Comments are closed.

Shares